Garbino

Jazzista, musicista, coltellinaio, artigiano, co-founder di una start-up tecnologica innovativa, Alberto Gariboldi, in arte Garbino, è un caso di tradizione e innovazione fuse in un’unica testa.

Garbino si  è diplomato al Liceo Scientifico Tecnologico, al Conservatorio e poi alla Civica Scuola di Jazz di Milano come trombettista.

Amante della vela, ha praticato attività agonistica ed ha lavorato come istruttore di vela e catamarano. Il pallino delle invenzioni gli fa vincere il Premio <<Invenzioni e Inventori Malgrate 2012>> con il suo “Ordigno Paradossale”. Appassionato di tecniche di sopravvivenza e di pionieristica, collabora nella realizzazione e gestione di campi tecnici e grandi costruzioni con il settore di Specializzazione e Competenze AGESCI.

Le inclinazioni sportive, tecniche e artistiche non lo hanno però mai distolto, anzi hanno alimentato la sua vera mania, quella per i materiali, i metalli e i coltelli, diventata precocemente una passione viscerale e col tempo un mestiere, appreso giorno dopo giorno dalla carteggiatrice alla forgia.

Da oltre dieci anni Garbino affina la sua esperienza di artigiano coltellinaio producendo pezzi, anche in damasco e con materiali pregiati, di eccellente manifattura. Ma lui si ritiene tutt’altro che arrivato. “Ogni punto di arrivo è un punto di partenza”, afferma, “personalmente mi reputo l’ultimo degli apprendisti, specie rispetto ai grandi maestri e ai professionisti nel mondo del coltello, esempi di eccellenza a cui ispirarsi e da cui c’è sempre tanto da imparare”.

Onorare la tradizione non gli ha però impedito di usare la tecnologia per dare forza al suo spirito di innovazione, sfociato nella sua ultima invenzione, il LOCKIN’. Un sistema sviluppato e brevettato all’interno della start-up innovativa Repiks, che gli ha reso fra l’altro il premio Mercedes-Confartigianato ARTIGENIO 2016.