Le Origini

“Una sera ero nel mio laboratorio-garage, era molto tardi e imprecavo contro un piccolo chiudibile a frizione che proprio non ne voleva sapere di funzionare bene. In un momento di pausa, fissando il coltello, ho preso coscienza del fatto che, per quanto ne sapevo io, in un chiudibile la lama doveva essere necessariamente sempre più corta del manico, e questa cosa li per li non mi è andata giù.

Mi deve essere balenato per la testa qualcosa, in quel momento. Ho pensato che quando si disegna un chiudibile, tutto si sviluppa in funzione del perno e che se tutti partono sempre disegnando quel perno, i chiudibili si chiuderanno sempre nello stesso modo. Ho preso un pezzo di carta delle dimensioni di una lama, ho segnato due centri, ci ho messo due puntine e altri due pezzi di carta. Da li è partito un percorso durato quasi tre anni che, insieme alla Repiks, ci ha portato a realizzare il Lockin’, il primo coltello rototraslante.”

Garbino