Lockin’ History

Tutto è cominciato con qualche schizzo, un disegno su carta, un modellino di legno, una prima progettazione rudimentale ed una stampa 3D casalinga, in plastica blu. Ad un certo punto il progetto si arena: è troppo complesso e critico in molte sue parti. Un anno più tardi sui social viene pubblicizzato un concorso per “makers con progetto nel cassetto” sponsorizzato da Mercedes e promosso da Confartigianato, il premio Artigenio. Il coltello di plastica blu partecipa alla gara e qualche mese più tardi vince il primo premio, una piccola somma per la realizzazione del progetto.

Garbino e Repiks cominciano a ripensare in maniera più seria il Lockin’. L’intervento di engineering di Schiper, il prototipo in stampa 3D di precisione, il brevetto d’invenzione e la realizzazione di una comunicazione essenziale, portano Garbino a rimettersi al lavoro con l’acciaio, una piccola fresatrice cnc e un sacco di pazienza per la realizzazione del primo prototipo in metallo, che ha richiesto sei mesi di lavoro.

Questo coltello, in cui le varie componenti formano un quadrilatero articolato, si apre e si chiude seguendo un movimento di rototraslazione. Durante la chiusura il manico si scompone, allungandosi e rendendo possibile la copertura totale di una lama da fisso (tagliente 180mm). Durante l’apertura il manico si ricompone e si compatta a circa 130mm, rendendo il coltello poco ingombrante durante l’utilizzo rispetto ad un chiudibile con lama di dimensioni analoghe. Il sistema, a cinque perni, in configurazione aperta ha differenti superfici di battuta tra le componenti, che lo rendono particolarmente rigido e robusto. La doppia sicura fa si che il coltello sia ambidestro e, con una certa pratica, sono possibili l’apertura e la chiusura ad una mano.

Il coltello prototipo è lungo 320mm da aperto, 200mm da chiuso e pesa 407g. E’ realizzato quasi interamente in 440C, completamente smontabile in 47 componenti, con viteria M3 in acciaio cementato brunito o inox. Le due sicure sono in Ti6Al4V da 1.2mm e le guancette in multistrato di ciliegio e fibra di carbonio, creato appositamente. Il coltello ha pure un prototipo di fodero, ambidestro, per la configurazione chiusa, realizzato in cuoio.